Agevolazioni Imu per anziani e disabili, ecco l’ennesima puntata

Le agevolazioni Imu sulla prima casa per anziani e disabili che vivono in rsa o strutture sanitarie (ma anche per gli italiani all’estero) sono all’ennesima puntata della loro breve (e sventurata?) vita. Perché solo ieri (17 aprile) era stato deciso che i Comuni, in modo del tutto autonomo, potevano decidere di concedere le agevolazioni; ma oggi già si cambia (di nuovo)

Perché uno degli emendamenti del relatore (sempre lui) prevede che i Comuni sono sì autonomi nella scelta, ma se decideranno di concedere l’agevolazione questa sarà tutta a carico loro, e lo Stato non dovrà rimetterci un euro. Insomma i Comuni dovranno farsi carico del mancato introito, e coprire anche la parte spettante allo Stato.

Tutte modifiche che si devono a problemi di copertura o di procedura contabile, certo. Ma già immagino, con questi chiari di luna e con gli enti locali strangolati da patto di stabilità, quanti saranno gli enti locali che decideranno di concedere le agevolazioni Imu per gli anziani e i disabili. Vivissimi complimenti.

Per le altre notizie su questo argomento utilizzate la casella CERCA NEL BLOG sul lato sinistro dello schermo

    Lascia un Commento

    L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    *


    *

    È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>